Il Transito di San Francesco

Giovedì 3 ottobre 2019, un coro di voci bianche accompagna la tradizionale commemorazione della morte del Santo d’Assisi, per la prima volta all’interno di San Francesco del Prato.

Dopo le novità dei concerti a sostegno del restauro e l’incontro col Cardinale Gianfranco Ravasi, San Francesco del Prato restituisce alla città di Parma un rito della tradizione  come il Transito di San Francesco, per la prima volta celebrato tra le mura della chiesa.

Dal 1226, al tramonto di ogni 3 ottobre, i francescani ricordano il momento in cui, vicino alla morte, il Santo di Assisi «chiamò a sé frati e figli prediletti, perché a piena voce cantassero le Lodi al Signore con animo gioioso per l’approssimarsi della vera vita».

La commemorazione, avrà luogo a partire dalle 20:30 di giovedì 3 ottobre 2019.

«Siamo molto contenti che la gente di Parma possa entrare nella chiesa-cantiere per questa veglia tipica della nostra famiglia francescana – dicono i “Frati del Prato”-. Non si tratta di una Messa, né tanto meno di una veglia funebre ma, appunto, del beato transito di Francesco dalla vita terrena alla letizia dell’Eterno».

A ingresso libero e della durata di circa un’ora, la celebrazione sarà guidata da Monsignor Enrico Solmi, Vescovo di Parma, e arricchita dal canto delle voci bianche del coro Singknaben St. Ursenkathedrale di Solothurn, diretto da Andreas Reize.

 

Link DropBox cartella immagini: http://bit.ly/SanFrancescoDelPrato

 

Per informazioni: Comitato per San Francesco del Prato

Via del Prato, 4 – 43121 Parma

E-mail: www.sanfrancescodelprato.it

Sito web: info@sanfrancescodelprato.it

Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it