Nel Castello millenario dove il Carnevale è come nel Medioevo

Sabato 14 marzo 2020 al Castello di Petroia (PG) c’è il Banchetto de Carnasciale con festa medievale, il giullare Leonetto delle Ruzza e piatti ispirati alla tradizione umbra del tempo di mezzo.

Era il momento dell’anno in cui differenze e distanze sociali si annullavano. Tutti potevano sentirsi liberi di essere se stessi, ribaltando le regole e i poteri, gerarchie ed imposizioni. Con questo spirito, la grande festa del Carnevale nasce nel Medioevo: un periodo giocoso, in cui i giullari incitavano con comicità nelle piazze e nei banchetti il popolo a mascherarsi, a vivere con spensieratezza “il mondo alla rovescia”. Al Castello di Petroia (PG), maniero millenario che ha conservato intatte le sue mura e ambienti medievali, la festa del Carnevale si vive proprio come quando è stata inventata. Sabato 14 marzo 2020 sarà imbandito un originale Banchetto de Carnasciale nella suggestiva Sala degli Accomandugi illuminata solo dalla calda luce delle candele. La tavolata sarà unica e come nell’età di mezzo gli ospiti si disporranno da una parte del lungo tavolo, per assaporare il menu ispirato ai piatti della tradizione medievale umbra, e i racconti, canti, danze e letture del giullare Leonetto delle Ruzza, interpretato dall’attore Giuseppe Brizi. Ad ogni piatto, o meglio “immissione”, ci sarà l’occasione per svelare un’intrigante vicenda del Castello. Per partecipare al banchetto con festa medievale il costo è di 45 euro a persona, soggiornando in una delle storiche camere e suite del maniero millenario, il prezzo è da 210 euro a camera a notte, incluso l’evento carnevalesco.

Link DropBox cartella immagini: http://bit.ly/fotopetroia

 

Per informazioni: Castello di Petroia

Loc. Petroia –  Gubbio (PG)

Tel. 075 920287

E-mail: info@petroia.it

Sito Web: http://www.petroia.it/

Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it