Tutte le arie di Brescia

Dall’opera ai grandi festival in cornici d’eccezione, Visit Brescia dà il LA alla scoperta di un territorio con il vizio della musica.

Forse è il fatto di averla nel patrimonio genetico a rendere Brescia e il proprio territorio una sorta di spartito in cui la musica dispone le note di un’autentica sinfonia di eventi che spazia tra generi e luoghi, entrando e uscendo dai teatri per riempire l’aria di una provincia naturalmente predisposta a interpretare il ruolo di palcoscenico. In tale ottica, non sembra più un caso che proprio Brescia abbia dato i natali ad Arturo Benedetti Michelangeli – il nuovo Liszt, secondo l’illustre parere di Cortot – un letto di morte al grande direttore d’orchestra Carlo Maria Giulini e un tribunale per l’ultimo atto della relazione tra Maria Callas e Giovan Battista Meneghini. E nemmeno frutto della pura coincidenza può essere più considerata la sede dell’attività di liuteria di Gasparo Bertolotti, che nella sua bottega di Salò contribuì in maniera decisiva alla definizione della forma del violino. Visit Brescia invita melomani e semplici appassionati di musica ad accomodarsi in platea e prendere appunti su una stagione infinita che mescola manifestazioni, concerti, festival e numerose deviazioni in una storia dalle toccanti armonie.

 

Festa dell’Opera

Sabato 8 giugno 2019, dall’alba alla mezzanotte, oltre 50 luoghi della città di Brescia offriranno un palcoscenico d’eccezione all’ottava edizione della Festa dell’Opera, progetto della Fondazione del Teatro Grande di Brescia, per la prima volta programmato alle porte dell’estate. Rimane invece immutata la volontà della manifestazione di configurarsi come uno strumento per la promozione dell’opera, ma anche un modo per coniugare profilo colto e popolare, offrendo una 24 ore non-stop sulle note delle più celebri melodie della tradizione operistica uscendo dai luoghi canonici. Il tema di quest’anno – Re/Regine. Potere/Passione” – è un fil rouge che sfugge agli steccati del genere e si insinua in fabbriche, case private, spazi aperti e aree disagiate, incontrando un nuovo pubblico e contaminazioni con musica contemporanea, jazz e pop.

Per info: www.visitbrescia.it

 

Grand tour nel Teatro Grande a Brescia

Tra giugno e luglio, il Teatro Grande di Brescia apre nuovamente il proprio sipario alla città, proponendo un vero e proprio Grand Tour alla scoperta delle storie, delle curiosità, degli aneddoti e dei nascondigli di un luogo sacro per lo spettacolo. Una serie di appuntamenti speciali catapulta il visitatore in spazi solitamente inaccessibili – come il palcoscenico o la Sala della Deputazione – sotto la guida esperta delle maestranze della struttura, custodi dei segreti della macchina teatrale.

Per ogni giornata sono previsti due turni di visita della durata di 90 minuti con prenotazione obbligatoria al numero 030 2979342. Il percorso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni.

Per info: www.visitbrescia.it

 

Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo

È ancora una volta il Teatro Grande a conquistare il centro della scena, grazie al suo ruolo di primo piano – è proprio il caso di dirlo – all’interno del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo. È sul suo palco e su quello del Teatro Sociale di Bergamo Alta che ormai da 56 anni si svolge una delle più prestigiose manifestazioni europee dedicate al pianoforte come strumento solista e come interlocutore di grandi orchestre. In programma fino al 10 giugno, l’edizione 2019 è incentrata sul tema Musica Velata: Schumann e Brahms” e presenta un cartellone composto da debutti, star mondiali e ospiti speciali.

Per info: www.visitbrescia.it

 

Teatro Bonoris di Montichiari

A proposito di teatri, vale la pena allontanarsi per qualche ora da Brescia alla volta di Montichiari per accomodarsi in uno dei 300 posti del delizioso Teatro Bonoris. Costruito nel 1773, ma inaugurato solo nell’ottobre del 1890 con una rappresentazione de “Il Trovatore”, la struttura è un gioiello dell’acustica. Ospita importanti spettacoli di opera, di operetta, di prosa e anche i famosi concerti speciali di Santa Lucia e di Natale.

Per info: www.visitbrescia.it

 

Anfiteatro del Vittoriale: Festival Tener-a-mente

La conca marmorea sotto le stelle nella splendida cornice del Vittoriale degli Italiani, che Gabriele d’Annunzio aveva immaginato per ospitare i propri spettacoli, vide la luce solo dopo la morte del Vate e venne inaugurata con un concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala diretta da Carlo Maria Giulini l’8 agosto del 1953. Oggi, quello che è di fatto uno degli anfiteatri più belli d’Italia è la straordinaria location di Tener-a-mente, festival che nelle sue prime sette edizioni ha offerto un palcoscenico ad artisti del calibro di Lou Reed, Paul Weller e Keith Jarret, solo per citarne alcuni. Tra giugno e luglio 2019, la rassegna si prepara a replicare e superare il successo dell’anno passato, che ha fatto registrare un indice medio di riempimento del 100% e 26mila spettatori.

Per info: www.visitbrescia.it

 

Brescia, Museo degli Strumenti musicali e della Liuteria bresciana

È solo grazie all’ostinata passione di Virginio Cattaneo per la musica e per ciò che la produce che questo piccolo museo privato ha lentamente preso corpo nel cuore di Brescia.

Antichi e curiosi esemplari di violino, armonica, ocarina, sitar, concertina, fisarmonica, organetto, chitarra, liuto, mandolino e numerosissimi altri strumenti sono gli oggetti in esposizione (e a disposizione) che rendono il Museo degli Strumenti musicali e della Liuteria bresciana un luogo magico e incantato.

 

Link Dropbox cartella immagini: http://bit.ly/VisitBresciaOperaeTeatri

 

Per informazioni: Visit Brescia – Bresciatourism

Tel. 030.3725403

Email: info@bresciatourism.it

Sito web: www.visitbrescia.it

 

Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it